Departures

Domenica sono andato a vedere Departures (Okuribito), un film giapponese che ha vinto l’Oscar come miglior film straniero l’anno scorso.

Il film è stato una sorpresa, sono andato a vederlo senza sapere nulla e mi è piaciuto molto. Ha qualche momento divertente, ma principalmente è un film sulla ricerca interiore e una nuova visione del mondo e dei rapporti familiari da parte del protagonista.

Per tutto il film poi ho pensato “appena finisce devo scoprire chi ha fatto queste musiche meravigliose”. Ovviamente le ha fatte Joe Hisaishi, altrimenti non credo mi sarebbero piaciute così tanto.

La cultura giapponese, i pensieri e sentimenti del protagonista sono elementi chiave, quindi sapete cosa aspettarvi. I temi trattati sono comunque universali nella specie umana, non evitatelo solo perché non siete amanti di tempura e sake.

PS: per gli amici di Bologna, io l’ho visto all’Odeon in via Mascarella. Sfortunatamente la sala D era un po’ sfigata: la proiezione “saltellava” e sullo schermo c’era un enorme segno nero che risaltava nelle scene più chiare (tipo le scene con la neve). C’è la possibilità che abbiano sistemato il proiettore (gliel’ho segnalato alla fine), ma per il resto vedete voi.

Creative Commons License
Content is released under Creative Commons License.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s